AvvocatiOttaviano.it

Il sito degli avvocati del Mandamento di Ottaviano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri


Indennizzo diretto: necessità di citare anche il responsabile civile (M.Marchese)

E-mail Stampa PDF

Indennizzo diretto: necessità di evocare in giudizio, oltre alla propria impresa di assicurazione, anche il responsabile del sinistro stradale, al fine di rendere opponibile anche a quest'ultimo l'accertamento della sua responsabilità in vista dei conseguenti effetti e delle successive azioni di rivalsa oltre che per evitare possibili contrasti di giudicati. Valore preventivo di spesa (Giudice di Pace di Ottaviano - sentenza 06.04.2011).

REPUBBLICA ITALIANA

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Giudice di Pace di Ottaviano, Dr. Michele Marchese , ha pronunziato la seguente

SENTENZA

nella causa civile al n. 1015/08 del Ruolo Generale degli affari civili dell'anno 2008, riservata in decisione all'udienza del 2.3.03.2011, avente ad oggetto risarcimento danni da fatto illecito

TRA

SSS Fff, residente in Ottaviano alla via <...> (C.F. ), elettivamente domiciliata in (NA) alla Ppp Mmm n. 7 presso lo studio legale dell'Avv. Ggg Iii che la rappresenta e difende, giusto mandato rilasciato a margine dell'atto di citazione

ATTORE

E

Compagnia Assicurazioni S.p.A, in persona del legale rappresentante p.t, con sede in Milano, alla via <...>, elettivamente domiciliata in <...> (NA) alla via <...> presso lo studio legale dell'Avv. Ggg Mmm che la rappresenta e difende, giusto mandato rilasciato in calce alla copia notificata dell'atto di citazione

CONVENUTA

NONCHE'

S.a.s. Ppp di Ccc III e C, in persona del legale rappresentante p.t, con sede in (NA) alla via Ccc, n. 12

CONVENUTA CONTUMACE

CONCLUSIONI

Come da verbale di causa del 23.03.2011.

MOTIVI IN FATTO E IN DIRITTO DELLA DECISIONE

Con atto di citazione ritualmente notificato l'attore chiamava in giudizio la società Compagnia Assicurazioni, al fine di chiederne la condanna al risarcimento dei danni riportati dalla propria autovettura, targata XX000XX, nel sinistro stradale del 07.08.2007, accaduto, alle ore 07,15 circa, in San Giuseppe Vesuviano (NA), alla via Zabatta, per responsabilità del conducente dell'autovettura, Ford Fiesta, targata YY000YY.

Si costituiva la S.p.A Compagnia Assicurazioni che contestava estensivamente la fondatezza della domanda, come da relativa comparsa.

La domanda è proponibile, atteso che l'attore, come risulta dalla documentazione prodotta, ottemperava al disposto dell'art. 145 co. 2 del cod. delle assic. (D.l.g.s. 209/2005), avendo effettuato, nel rispetto dei previsti termini, corretta richiesta preventiva risarcitoria.

La titolarità attiva e passiva del rapporto giuridico risulta comprovata dalla documentazione prodotta non vinta da alcun mezzo di prova contrario.

In particolare, quanto al responsabile civile, è opportuno osservare che l'art 149 co. 6 del c.d.a, laddove prevede che l'azione diretta si debba proporre nei soli confronti della propria impresa di assicurazione, vuol significare che non si deve coinvolgere nel giudizio anche l'impresa assicurativa del responsabile come avviene nelle ipotesi in cui non opera il meccanismo dell'indennizzo diretto ma ciò non deve indurre a sostenere che il giudizio risarcitorio non debba coinvolgere il responsabile del sinistro stradale.

Ed invero, il richiamo dell' art. 149 co. 6 all'istituto dell'azione diretta nella quale è sempre prevista come essenziale la partecipazione del responsabile anche nella previsione di cui all'art. 144 del cod. delle ass., conforta la suddetta interpretazione.

Appare pertanto, necessario evocare in giudizio oltre alla propria impresa anche il responsabile del sinistro stradale, al fine di rendere opponibile anche a quest'ultimo, l'accertamento della sua responsabilità in vista dei conseguenti effetti e delle successive azioni di rivalsa oltre che per evitare possibili contrasti di giudicati.

La ricostruzione dell'incidente risulta provata dalle dichiarazioni rese dal teste, PPP Fff, della cui attendibilità non può dubitarsi, in mancanza di elementi processuali di segno contrario, attesa la linearità e l'assenza di contraddizioni.

Dall'espletata istruttoria emergeva che l'autovettura. Ford Fiesta, nelle allegate circostanze di tempo e di luogo, nell'effettuare un sorpasso e nell'invadere la opposta direzione di marcia percorsa dalla Ford KA, urtava quest'ultima al lato anteriore sinistro cosicché la Ford Ka, per effetto dell'urto ricevuto, andava a finire con il lato destro contro la cabina del distributore di benzina ivi esistente. Tali essendo le risultanze istruttorie, appare provata l'esclusiva responsabilità del conducente del veicolo di parte convenuta che, a causa di colposa condotta di guida, invadeva l'opposta corsia di marcia, urtando e danneggiando l'autovettura Ford Ka.

Consegue che alcuna responsabilità in ordine alla produzione dell'evento dannoso può essere addebitata al veicolo di proprietà attorea la cui condotta è risultata esente da colpa, dovendosi, pertanto, ritenere superata la presunzione di corresponsabilità di cui all'art. 2054 comma II c.c.

In ordine al quantum debeatur, rileva osservare che la convenuta società ha risarcito i danni lamentati dall'attore per l'importo pari ad euro 1500,00, con assegno bancario emesso in data 04.02.2008; pertanto, giusto il combinato disposto dell'art 149 del cds, D.l.vo 209/2005 e dell'art 9 del Dpr 18.07.2006 n. 254, deve essere valutata la congruità o meno della somma corrisposta.

A fronte di una perizia stragiudiziale effettuata, in data 19.12.2007, dal perito assicurativo, Lll Rrr, fiduciario della società Compagnia Assicurazioni, che stimava i danni nella complessiva somma di euro 1371,58 oltre IVA, parte attrice produceva un preventivo di spesa pari ad euro 1700,20 oltre IVA, privo di generalità e qualifica del suo autore, di data di emissione e di sottoscrizione.

Consegue che il preventivo che al più può rivestire valore meramente indiziario, nella fattispecie, giammai supera l'efficacia probatoria della predetta perizia le cui determinazioni appaiono congrue, atteso che in difetto di fatture o prove equipollenti non può essere riconosciuta l'IVA.

Per tali ragioni la domanda di risarcimento va rigettata.

Le spese, attese le modalità di definizione del giudizio, vanno compensate integralmente.

P.Q.M.

Il Giudice di Pace di Ottaviano - Dr. Michele Marchese – definitivamente pronunziando, disattesa ogni contraria istanza, domanda ed eccezione così provvede:

1) dichiara la esclusiva responsabilità della S.a.s. Ppp di Ccc III e C, in persona del legale rappresentante p.t, quale proprietaria dell'autovettura, targata YY000YY, nella produzione del sinistro per cui è causa;

2) rigetta la domanda;

3) compensa tra le parti le spese del giudizio.

Così deciso.

Ottaviano, 06.04.2011

Il Giudice di Pace

dott. Michele Marchese

 

Commenti

Registrarsi per inviare commenti all'articolo o repliche a commenti
 
Articoli collegati :

» Cass.9188/2018. Indennizzo diretto. Litisconsorzio necessario del responsabile civile

Con la sentenza che segue la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo il quale in caso di azione diretta del danneggiato, in un sinistro stradate, nei confronti della propria compagnia di assicurazione, ex art. 149 D. Lgs. 209/2005,...

» Cass. 21896/2017. Indennizzo diretto: sussiste litisconsorzio necessario nei confronti del danneggiante responsabile

In materia di assicurazione obbligatoria della responsabilità civile per la circolazione dei veicoli, nella procedura di risarcimento diretto di cui all'art. 149 del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, promossa dal danneggiato nei...

» Cass. 9276/2017 - Art. 149 D.Lgs. 209/2005: ma il responsabile civile va citato in giudizio?

Nella ordinanza che segue, la Corte di Cassazione sfiora ma non tocca e, quindi, non risolve il problema relativo alla necessità  di evocare o meno in giudizio anche il responsabile del danno, nel caso di azione promossa dal danneggiato ai sensi...

» Cass. 5008/2017. Indennizzo diretto.Premio pagato in ritardo: la compagnia è tenuta al risarcimento del danno.

Il rilascio del contrassegno assicurativo da parte dell'assicuratore della responsabilità civile di autoveicoli vincola quest'ultimo a risarcire i danni causati dalla circolazione del veicolo, quand'anche il premio assicurativo non sia stato...

» Cass. 3146/2017. Quando l'indennizzo diretto è applicabile anche in caso di collisione tra più di due veicoli.

Con la ordinanza che segue la Corte di Cassazione ha ritenuto che la procedura di indennizzo diretto prevista dall'art. 149 del codice delle assicurazioni private (decreto legislativo 7 settembre 2005 n. 209) è ammissibile anche in caso di...

» Cass. 26098/2016. Modello Cid a firma congiunta: riduce a 30 giorni il termine dilatorio per la proposizione dell'azione risarcitoria?

Nel sistema ex art. 149 Cod. Ass. del c.d. indennizzo diretto - in base al quale il danneggiato che, in conseguenza di un sinistro stradale  intenda proporre l'azione diretta nei confronti dell'assicuratore del veicolo  responsabile, ha l'onere...

» Indennizzo diretto: il responsabile civile non è parte processuale (R. Iorio)

L’uso della locuzione “azione diretta” nell’art. 149 co.6 cod.ass. è stata interpretata, dai fautori del necessario intervento del responsabile civile nell’indennizzo diretto, come un richiamo all’art. 144 che al comma 3, ...

» Cass. 20374/2015 Indennizzo diretto - Premio pagato dopo la scadenza del termine dei 15 giorni: danno risarcibile?

Nella sentenza che segue la Corte di Cassazione ha ritenuto che il principio secondo il quale  il terzo danneggiato non è tenuto ad effettuare accertamenti se sia stato pagato il premio assicurativo o rilasciato solo il certificato ed il ...

» Cass. 4754/2016. Indennizzo diretto: la domanda è improponibile se la richiesta di risarcimento non contiene tutti i requisiti di cui all'art. 148 Cod.Ass.

Con la sentenza che segue la Corte di Cassazione ha ritenuto che nel sistema del c.d. indennizzo diretto (art. 149 cod. ass.), l’azione proposta dal danneggiato nei confronti del proprio assicuratore è improponibile se non è stata preceduta...

» La tutela del danneggiato: artt. 141 e 149 del D.Lgs. 209/2005

 La tutela del danneggiato: artt. 141 e 149 del d.lgs.209/2005(avv. Maria Cuomo - Giudice di Pace di Nola)   

» Indennizzo diretto: va citato anche il responsabile civile (A. Esposito).

Nella sentenza che segue il Giudice di Pace ha ritenuto che una lettura costituzionalmente orientata dell' 149, 6° comma, impone di ritenere che, nel proporre l'azione diretta nei confronti della propria società assicuratrice, il danneggiato ...

» Indennizzo diretto: requisiti per l'applicabilità dell'art. 149 CdA (Luigi Scognamiglio)

Con la sentenza che segue il Giudice di Pace ha ritenuto che perchè  il danneggiato possa invocare il meccanismo del c.d. indennizzo diretto disciplinato dall'art. 149 del Codice delle Assicurazioni Private è necessario che nella richiesta di...

» Indennizzo diretto: necessaria la presenza del responsabile civile solo se richiesto l'accertamento della responsabilità - Principio di non contestazione (M.Cuomo)

Con la sentenza che segue il Giudice di Pace ha ritenuto che, nel caso di azione ex artt. 145 e 149 del D.Lgs.209/2005,  la presenza del responsabile civile è necessaria unicamente nel caso in cui  venga richiesto l'accertamento della sua...

» Indennizzo diretto: il responsabile civile non va citato (M.Cuomo)

Con la sentenza in esame il Giudice di Pace ha ritenuto che l'attore che intenda agire ex art. 149 D. Lgs. 209/2005  deve evocare in giudizio unicamente la propria compagnia di assicurazione e non anche il responsabile civile, diversamente dalla...

» Sinistro senza collisione: inapplicabilità indennizzo diretto (A. Esposito)

Mentre l'art. articolo 149 del D.Lgs. 209 del 7 settembre 2005, nel disciplinare la procedura di risarcimento diretto, si riferisce genericamente ai sinistri tra due veicoli, inducendo a ritenere che la suddetta procedura sia applicabile a...

» Tribunale Torino. Indennizzo diretto: l'azione va proposta nei soli confronti della propria compagnia di assicurazione.

Ai sensi dell'art. 149 del Digs. n. 209 del 2005, nel caso di procedura di risarcimento diretto il danneggiato deve rivolgere la richiesta di risarcimento all'impresa di assicurazione che ha stipulato il contratto relativo al veicolo utilizzato. In...

» Indennizzo diretto. Foro del consumatore: applicabilità (M. Cuomo)

Nel caso di richiesta di risarcimento con le forme dell’indennizzo diretto, il rapporto che sorge tra l'assicurato e l'assicuratore non è un rapporto extracontrattuale bensì un rapporto contrattuale, tanto è vero che, gli adempimenti...

» Indennizzo diretto e successiva domanda riconvenzionale ex art. 148: improponibilità. Electa una via...(M.Cuomo).

In tema di indennizzo diretto, il brocardo "electa una via non datur recursus ad alteram" vale anche per il convenuto che propone domanda riconvenzionale. Nel giudizio conclusosi con la sentenza in esame l'attrice, al fine di ottenere il...

» Indennizzo diretto: electa una via non datur recursus ad alteram (F.Bravaccio)

Nella sentenza in esame il Giudice di Pace ha ritenuto che, l'aver scelto la procedura di cui all'art. 149 del D.Lgs.209/2005 (procedura di risarcimento diretto) con il regolare adempimento degli obblighi da essa previsti (invio lettere raccomandate...

» Scoppio pneumatico. Risarcimento danni - Indennizzo diretto: applicabilità (F. Bravaccio)

Nel caso conclusosi con la sentenza in esame, a seguito dello scoppio dello pneumatico destro dell'autocarro che la precedeva, l'autovettura dell'attrice veniva danneggiata da frammenti dello stesso. Il Giudice di Pace ha ritenuto l'applicabilità...

» Liquidazione coatta amministrativa e indennizzo diretto: applicabilità (M.Cuomo)

Nella sentenza che segue, il Giudice di Pace ha ribadito la applicabilità dell'indennizzo diretto, ex art. 149 D.Lgs. 209/2005, anche alla ipotesi in cui la compagnia del responsabile civile sia stata posta in liquidazione coatta amministrativa...

» Eccezione di litispendenza e improponibilità della domanda ex artt 145 e 148 CdA : infondatezza (A.Esposito)

L'istituto della litispendenza, ossia della contemporanea pendenza della stessa causa, presuppone la pendenza effettiva sul ruolo, avvertendosi che le cause non riassunte si trovano in uno stato di quiescenza, cioè non sono in corso di...

» Indennizzo diretto: Improponibilità della domanda (M.Cuomo)

Indennizzo diretto: 1) Improponibilità della domanda ex art. 149 D.Lgs.209/2005 se la richiesta di risarcimento danni è stata erroneamente inoltrata, per conoscenza, a società diversa da quella che garantiva il veicolo del responsabile civile; 2)...

» Indennizzo diretto e macchine agricole

Si applica l'indennizzo diretto nel caso di scontro tra autovettura e macchina agricola? (Marco da San Vitaliano)Per le macchine agricole, così come definite dall'art. 57 del Codice della Strada, l’indennizzo diretto è applicabile, ma solo per i...

» Indennizzo Diretto (Anna Esposito)

PROCEDURA DI RISARCIMENTO DIRETTO - Avv. Anna Esposito - Giudice di Pace di OttavianoL’articolo 149 del Decreto Legislativo n. 209 del 7 settembre 2005, ribattezzato Codice delle Assicurazioni Private, ed il D.P.R. n. 254 del 18 luglio 2006 ...

» Che cos'è l'Indennizzo Diretto?

L'indennizzo diretto è la procedura introdotta dall'art.149 del D.Lgs.209/2005 (c.d. Codice Assicurazioni), secondo la  quale "in caso di sinistro tra due veicoli a motore identificati ed assicurati per la responsabilità civile obbligatoria, dal...

» Corte Cost. 19.06.2009 n. 180 - Indennizzo Diretto:facoltatività

Sentenza Corte Costituzionale 19.06.2009 n. 180"Sulla base proprio delle parole, secondo la loro connessione (art. 12 disp. attuazione), l'azione diretta contro il proprio assicuratore è configurabile come una facoltà, e quindi un'alternativa...

Giudice di Pace di Nola

Articoli correlati

Eventi Formativi

<<  Lug 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
  1  2  3  4  5  6  7
  8  91011121314
15161718192021
22232425262728
293031    

Un brocardo al giorno...

Qui intelligit alienum se possidere, mala fide possidet.

Inveni nos in Facebook

Facebook Image

Accesso-Registrazione

logo.png