AvvocatiOttaviano.it

Il sito degli avvocati del Mandamento di Ottaviano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri


Atto notificato a persona giuridica: illegittima l'emissione della C.A.N. (M. Cuomo).

E-mail Stampa PDF

L'attore agisce in giudizio al fine di ottenere la restituzione della somma di euro 2,80, illegittimamente richiesta dalla spa POSTE ITALIANE, per la emissione della C.A.N., a seguito di  notifica di atto destinato a persona giuridica. Il Giudice di Pace, con la sentenza che segue ha ritenuto, che l’ultimo comma all’art. 7 della L. 20.11.1982 n. 890 che dispone: "Se il piego non viene consegnato personalmente al destinatario dell’atto, l’agente postale dà notizia al destinatario medesimo della notificazione dell’atto a mezzo di lettera raccomandata", deve coordinarsi con la disposizione dell’art 145 CPC secondo il quale la notificazione di un atto diretto a persona giuridica si compie con la "consegna di copia dell’atto al rappresentante o alla persona incaricata di ricevere le notificazioni o, in mancanza, ad altra persona addetta alla sede stessa" (Giudice di Pace di Nola - Sentenza del 27.06.2014).


UFFICIO DEL GIUDICE DI PACE DI NOLA

R E P U B B L I C A I T A L I A N A

IN NOME DEL POPOLO ITALIANO

Il Giudice di Pace DOTT.SSA. MARIA CUOMO, ha pronunciato la seguente

SENTENZA

Nella causa iscritta al n. 1777/2014 RGNR

assegnata a sentenza il 23/6/14

promossa da

L’ avv. Rrr NNN (cod. fisc. <…>) rapp.to e difeso dall’avv. Rrr AAA (cod. fisc. <…>), giusta procura speciale estesa a margine della citazione, ed elettivamente domiciliato in <…> alla Via <…> n. 34 - che ha dichiarato, ai sensi della normativa vigente, di voler ricevere tutte le comunicazioni al seguente n. di fax 081. <…> ovvero al seguente indirizzo di posta elettronica certificata (PEC): <…>.<…>@pecavvocatinola.it; - parte attrice –

CONTRO

SPA POSTE ITALIANE in persona del legale rapp.te con sede in Roma al Viale Europa, 190 C.F. 971 03880585, rappresentata e difesa daIl’avv. Ccc Ggg cod. fisc. <…>, giusta procura generale alle liti per atto in Notaio Cimmino di Roma del 09.11.2011 , elettivamente domiciliata presso l’ufficio postale di <…> sito in via <…> - fax 081 <…> e- mail <…>.<…>©pec.posteìtaliane.it. - parte convenuta -

OGGETTO: Ripetizione di indebito

CONCLUSIONI: Come da verbale

RAGIONI DI FATTO E DI DIRITTO DELLA DECISIONE

Preliminarmente si osserva che non si è proceduto alla redazione dello svolgimento del processo, in ossequio al nuovo art. 132 c.p.c. come novellato ex lege 69/09, entrata in vigore il 4/7/09 .

La domanda proposta dall'AVV. RRR NNN con l’atto introduttivo del giudizio volta ad ottenere la condanna della società convenuta alla restituzione della somma pari ad euro 302,80, ovvero alla restituzione di quella somma minore e/o maggiore che fosse stata ritenuta giusta , il tutto oltre interessi e rivalutazione monetaria dal versamento delle singole quote al saldo, con vittoria delle spese di lite con attribuzione al procuratore ex art. 93 c.p.c. è parzialmente fondata e va accolta per quanto di ragione.

Vista la documentazione prodotta, deve ritenersi provata la titolarità ad agire dell'attore e quella a resistere della spa POSTE ITALIANE.

Deve, quindi, prendersi atto della sola costituzione della spa POSTE ITALIANE e della sua mancata comparizione nel processo alle udienze di trattazione celebrate senza alcun rinvio di ufficio ma secondo la calendarizzazione per le prime udienze delle cause assegnate ai Giudice accorpati presso l'Ufficio di Nola .

Per quanto al merito, osserva questo giudice che parte attrice lamenta la illegittima richiesta e l'illegittimo incasso da parte della spa POSTE ITALIANE della somma pari ad euro 2,80 per la emissione del C.A.N. con riferimento alla notifica di un atto destinato ad una persona giuridica ed in particolare, per l'emissione del CAN con riferimento alla notifica di un atto giudiziario indirizzato all'ENEL ( raccomandata n. 00000000 del 17/11/08).

Al fine di risolvere la controversia deve prendersi atto della normativa di riferimento e deve osservarsi che la notificazione di un atto diretto a persona giuridica, si compie ai sensi dell’art. 145 CPC, con la " consegna di copia dell’atto al rappresentante o alla persona incaricata di ricevere le notificazioni o, in mancanza, ad altra persona addetta alla sede stessa ...“;

Tali disposizioni si applicano anche nel caso in cui la notifica avvenga, piuttosto che a mani proprie del soggetto cui è diretto l’atto, per mezzo del servizio postale, ai sensi dell’art. 149 CPC. La legge n. 31 del 28/2/08, di conversione del decreto legge n. 248/07, ha apportato, con decorrenza dall'1/03/08, una modifica alla L. 890/82, aggiungendo l’ultimo comma all’art. 7 che così dispone: “ Se il piego non viene consegnato personalmente al destinatario dell’atto, l’agente postale dà notizia al destinatario medesimo della notificazione dell’atto a mezzo di lettera raccomandata" ma tale norma deve coordinarsi con la disposizione dell’art 145 CPC.

Tenuto conto del fatto che per le persone giuridiche esiste il rapporto di cd. immedesimazione organica che deve essere inteso estensivamente anche in materia di notifiche, laddove si equipara al legale rappresentante della persona giuridica la categoria di soggetti indicati nell'art. 145 c.p.c. , deve ritenersi che , se la notifica avviene non solo a mani del rappresentante legale ma anche per mezzo di uno di quei soggetti, diversi dal rapp. te indicati nella disposizione del codice, la notifica deve intendersi effettuata “personalmente” al soggetto destinatario, sicché l’ emissione della CAN, con il relativo costo, deve ritenersi atto non dovuto, per cui l’esborso sopportato pur se in regime di esenzione, in quanto estraneo al procedimento di notificazione, va a costituire oggetto di un indebito oggettivo, con conseguente diritto alla ripetizione.

Con riferimento al caso che ci occupa, preso atto dell'avviso di ricevimento allegato alla produzione di parte attrice per una notifica avvenuta successivamente alla entrata in vigore della legge sopra richiamata; visto che l'atto è stato ricevuto dall'ufficio addetto alla ricezione della corrispondenza ; ritenuto che tale notifica, per quanto innanzi espresso, è equiparata ad una notifica a mani proprie, deve ritenersi illegittima l'emissione del CAN e giustificata la richiesta di restituzione della somma pari ad euro 2,80, oltre interessi dalla data della domanda al saldo.

Nulla può essere, invece, riconosciuto a titolo di ulteriore risarcimento del danno siccome non provato.

Il parziale accoglimento della domanda giustifica la compensazione parziale delle competenze nella percentuale del 50% .

Per la parte da corrispondere, visti i nuovi parametri forensi introdotti dal D.M. G. del 10/3/14 n. 55 in G.U. 02/04/2014 , entrato in vigore il 03/14/14; tenuto conto del valore del danno; della natura e della complessità della controversia; delle questioni trattate; dell’esito del giudizio; dell’attività professionale svolta dal Procuratore; del numero delle parti in causa; le competenze vengono liquidate come da dispositivo.

P.Q.M.

Il Giudice di Pace, definitivamente pronunciando sulla domanda proposta dall'Avv. RRR NNN contro la SPA POSTE ITALIANE così provvede:

-in parziale accoglimento della domanda , condanna la società convenuta al rimborso in favore della parte attrice della somma pari ad euro 2,80, oltre interessi dalla domanda al saldo;

-Compensa nella misura di 1/2 le spese di lite; Condanna la società al pagamento della ulteriore metà delle competenze che liquida, per la parte da corrispondere in euro 133,00 oltre al rimborso delle spese nella misura di euro 37,00 oltre al rimborso forfettario sulle spese nella percentuale del 15%, oltre IVA e CPA da attribuirsi al procuratore ex art. 93 c.p.c..

Così deciso in Nola il 27/6 /14

IL GIUDICE DI PACE

DOTT. SSA MARIA CUOMO

Commenti

Registrarsi per inviare commenti all'articolo o repliche a commenti
Ultimo aggiornamento Mercoledì 23 Luglio 2014 08:00  
Articoli collegati :

» Abrogazione dell'art. 7 Legge 890/1982: illegittima, ma non sempre, l'emissione della C.A.N. (M.Cuomo)

Con la sentenza in commento il Giudice di Pace ha ritenuto che, a seguito della abrogazione dell'art. 7 della Legge 890/1982 ("Se il piego non viene consegnato personalmente al destinatario dell’atto, l’agente postale dà notizia al...

» Cass. 12451/2018. Casella piena: la notifica PEC è valida

Il titolare dell' "account" di posta elettronica certificata ha il dovere di assicurarsi il corretto funzionamento della propria casella postale e di utilizzare dispositivi di vigilanza e di controllo, dotati di misure anti intrusione, oltre che...

» Indirizzo PEC tratto dall'elenco IPA: nullità della notifica (M.Cuomo)

Nella sentenza che segue, il Giudice di Pace ha ritenuto la nullità della notifica  all'indirizzo PEC tratto dall'elenco IPA. Invero, ha ritenuto il giudicante, il Registro IndicePA, istituito dall’art. 16, co. 8 del D.L. 185/2008,  reca gli...

» Cass. 7826/2016. La notifica si perfeziona, per il notificante, con la consegna dell'atto all'ufficiale giudiziario.

La notifica di un atto processuale si intende perfezionata, per il notificante, al momento della consegna del medesimo all'ufficiale giudiziario. La tempestività della notificazione esige che la consegna della copia dell'atto per la notifica...

» C.A.N. Illegittima l'emissione se l'atto giudiziario è diretto a persona giuridica. Prescrizione del diritto e risarcimento danni (G. Ciampa).

Con la sentenza in commento il Giudice di Pace ha confermato il principio secondo il quale l'emissione della C.A.N. non deve essere eseguita quando l'atto giudiziario risulti indirizzato a persona giuridica e la relativa consegna dell'atto sia...

» Cass. 4891/2015. E' la data sull'avviso di ricevimento della raccomandata che perfeziona la notifica

Con la sentenza in commento, la Corte di Cassazione ha stabilito che in tema di notificazioni a mezzo posta, quando debba accertarsi il perfezionamento della notificazione nei confronti del destinatario, posto che la data del timbro postale sulla...

» Atto notificato a persona giuridica: illegittima la emissione della CAN (A. Turco)

Con la sentenza in commento, il Giudice di Pace ha ritenuto che se l'atto giudiziario è diretto ad una persona giuridica non è necessaria l'emissione della C.A.N. Pur se è vero, infatti, che l'art.7 della L.890/82 stabilisce che se il piego...

» La C.A.D. e la C.A.N. (Francesco Annunziata)

 La C.A.D. (Comunicazione di Avvenuto Deposito) e la C.A.N. (Comunicazione di Avvenuta Notifica)(di Francesco Annunziata)  

» Cass.16402/2014. Notifica eseguita nel domicilio dal quale il destinatario si è trasferito: nullità non inesistenza.

Con la sentenza che segue la Corte di Cassazione dopo aver ribadito il principio secondo il quale  la notificazione d'un atto processuale è inesistente solo quando avvenga in luogo "non avente alcun collegamento con il destinatario della...

» Cass. 14119/2013. Notificazione nulla se non è possibile identificare la persona alla quale è stato consegnato l'atto.

In tema di notificazioni, dall'avviso di ricevimento deve risultare possibile l'identificazione della persona alla quale è stato consegnato l'atto; qualora manchi l'indicazione delle generalità del consegnatario, la notifica è nulla ai sensi...

» Cass. SS.UU.24851/2010: Notifica verbale - cambiamento di residenza non annotato al PRA: irrilevanza

In tema di violazioni del Codice della Strada il "dies a quo" del termine di 150 giorni per la notifica del verbale di contestazione delle violazioni del codice della strada, nel caso in cui il destinatario abbia mutato residenza provvedendo a far...

» Cass. 2262/2013. Sanzioni Amministrative. Notifica a mezzo posta privata: nullità

Con la sentenza in esame la Corte di Cassazione ha statuito che i gli invii raccomandati attinenti alle procedure amministrative e giudiziarie sono riservati in maniera esclusiva, per motivi di ordine pubblico, all'Ente Poste. In particolare, ha...

» Cass. SS.UU. 10143/2012. PEC e notificazione

Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione hanno enunciato il seguente principio di diritto: "Il R.D. n. 37 del 1934, art. 82 - che prevede che gli avvocati, i quali esercitano il proprio ufficio in un giudizio che si svolge fuori della ...

» Cass. 21595/2012. Rinnovazione della citazione nulla: non interrompe la prescrizione

Escluso che la mera consegna all'ufficiale giudiziario dell'atto da notificare sia idonea a interrompere il decorso del termine prescrizionale del diritto fatto valere, essendo a questi fini necessario che l'atto, giudiziale o...

» Cass. SS.UU. 1418/2012: Compiuta giacenza - perfezionamento della notifica

Nel caso in cui, nella notificazione eseguita a mezzo posta, il piego raccomandato sia depositato presso l'ufficio postale preposto alla consegna  e non sia ritirato,  la notifica si perfeziona "decorsi dieci giorni " dalla data di spedizione...

» Cass. 17939/2012: Notifica - firma illeggibile - validità.

Se la  notifica dell'avviso di accertamento è stata eseguita a mezzo del servizio postale ordinario, si applica il principio secondo il quale ai fini del perfezionamento della notificazione è sufficiente che la spedizione postale sia avvenuta...

» Cass. 18492/2012. Notifica atto al portiere del condominio.

Nella ipotesi in cui il portiere di un condominio riceva la notifica della copia di un atto qualificandosi come "incaricato al ritiro", senza alcun riferimento alle funzioni connesse all'incarico afferente al portierato, ricorre la presunzione...

» Interruzione della prescrizione: atto giudiziale e atto stragiudiziale (A. Fuscellaro)

La lettera raccomandata in quanto atto di natura negoziale e non giudiziale, ha carattere recettizio, pertanto, produce i suoi effetti interruttivi solo quando viene a conoscenza del destinatario. L'atto giudiziale, invece, dopo la sentenza della...

Giudice di Pace di Nola

Articoli correlati

Eventi Formativi

<<  Mar 2019  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Un brocardo al giorno...

Non praesumitur testator heredem gravare voluisse.

Inveni nos in Facebook

Facebook Image

Accesso-Registrazione

logo.png