AvvocatiOttaviano.it

Il sito degli avvocati del Mandamento di Ottaviano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in AvvocatiOttaviano.it


Avvocati ex Mandamento di Ottaviano (Na)

(Terzigno - San Giuseppe Ves.no - Ottaviano)

 

Errore nell'anno della data di comparizione: irrilevanza (M.Cuomo)

E-mail Stampa PDF

L'atto di citazione rinotificato alla convenuta indica, quale data di comparizione, quella del 17 marzo 2013, anziché quella del 17 marzo 2014. Con la sentenza che segue il Giudice di Pace ha ritenuto,  aderendo al monolitico orientamento giurisprudenziale, che la nullità della citazione per mancanza dell'indicazione dell'udienza di comparizione sussiste solo se manchi totalmente detta indicazione, ovvero se essa sia assolutamente incerta, cioè tale da non rendere possibile, nemmeno con un minimo di diligenza e di buon senso, di individuare la data effettivamente fissata. Del resto, ha continuato il giudicante, non ricorre la causa di nullità della citazione nel caso in cui tale indicazione si mostri erronea per un materiale e riconoscibile scambio di una cifra dell'anno, tale che, la data medesima andrebbe a collocarsi in un tempo ormai trascorso rispetto a quello della notificazione (Giudice di Pace di Ottaviano - sentenza 12.04.2014).

Leggi tutto...
 

Cass. 8918/2015. La compenzazione delle spese non può essere basata sulla peculiarità della fattispecie

E-mail Stampa PDF

“L’art. 92 c.p.c., comma 2, nel testo introdotto dalla L. 28 dicembre 2005, n. 263, art. 2, comma 1, lett. a), dispone che il giudice può compensare le spese, in tutto o in parte, se vi è soccombenza reciproca o concorrono altri giusti motivi, esplicitamente indicati nella motivazione: esigenza della specifica motivazione non è soddisfatta quando la compensazione si basi sulla peculiarità della fattispecie, in quanto tale formula è del tutto criptica e non consente il controllo sulla congruità delle ragioni poste dal giudice a fondamento della sua decisione"(Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 2, ordinanza del 05 maggio 2015, n. 8918).

Leggi tutto...
 

Cass. 7385/2015. Campensazione delle spese: è il giudice che stabilisce se il motivo è giusto

E-mail Stampa PDF

L’art. 92, comma 2, c.p.c., riferendosi ai giusti motivi (prima della modifica della l. n. 69/2009, che ha limitato la compensazioni alle gravi ed eccezionali ragioni), assume il connotato di norma “elastica”, che può essere adeguata al contesto storico-sociale o a situazioni non specificabili a priori e che deve essere interpretata dal giudice. La norma consente, quindi, di adottare una soluzione che attenua il principio della soccombenza nei casi in cui l’applicazione rigorosa di questo principio, alla luce di specifiche circostanze o aspetti della controversia decisa viene avvertita come soluzione iniqua ed eccessivamente penalizzante per il soccombente (Corte di Cassazione, sez. VI Civile – 3, ordinanza 13 aprile 2015 n. 7385/15).

Leggi tutto...
 

Circolare 12 maggio 2015. Ripristino degli uffici del Giudice di Pace soppressi: istruzioni

E-mail Stampa PDF

 

Circolare 12 maggio 2015 - Istruzioni per il ripristino degli uffici del Giudice di pace soppressi, ai sensi del D.L. 31.12.2014 n. 192, convertito con modifiche con legge 27.2.2015 n. 11 (Leggi circolare)

 

 



 

Tribunale di Nola. Quando la compagnia comunica alla parte che la somma spettante all'avvocato è inferiore a quella effettivamente concordata.

E-mail Stampa PDF

L'attore-avvocato ha convenuto in giudizio la compagnia di assicurazione in quanto quest'ultima, agendo con negligenza e colpa grave, erroneamente aveva comunicato alla assistita che il professionista, a seguito dell'intercorsa transazione, avrebbe dovuto percepire una somma inferiore a quella effettivamente concordata. Con la sentenza che segue il Tribunale ha affermato che "il danno è serio in quanto in un contesto lavorativo fortemente concorrenziale, quale è quello dei professionisti operanti nel mondo forense, la credibilità acquisita può essere rapidamente minata dai diffondersi di notizie non vere. Inoltre, sussiste, nella specie, anche l'estremo della gravità, poiché il contenuto della missiva predisposta da Assicurazioni s.p.a., induce a generare dubbi sulla correttezza professionale dell'attore e, quindi, sulla qualità fondamentale (accanto a quella della preparazione) che spinge solitamente un soggetto a rivolgersi all'assistenza di un dato professionista" (Tribunale di Nola - sentenza 01.05.2015).

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 78
Totale Visite Sito : 5212959


Commenti recenti...

Indennizzo diretto. Foro del consumatore: applicabilità (M. Cuomo)
luca: Ritengo che la sentenza sopra citata rispecchi in toto il risarci...

Autovelox. I dispositivi di segnalazione devono essere installati con adeguato anticipo tenuto conto della velocità locale predominante (R. Iorio)
Giuseppe: Però attenzione perchè la regola, secondo quanto stabilito dal ...

Autovelox. I dispositivi di segnalazione devono essere installati con adeguato anticipo tenuto conto della velocità locale predominante (R. Iorio)
Antonio Morello: Complimenti al Giudice di Pace per la bella intuizione. La senten...


Giudice di Pace di Nola

Eventi Formativi

<<  Mag 2015  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
      1  2  3
  4  5  6  7  8  910
11121314151617
18192021222324
25262728293031

Un brocardo al giorno...

Praelatio inter socios.

Inveni nos in Facebook

Facebook Image

Accesso-Registrazione

logo.png