AvvocatiOttaviano.it

Il sito degli avvocati del Mandamento di Ottaviano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in AvvocatiOttaviano.it


Avvocati ex Mandamento di Ottaviano (Na)

(Terzigno - San Giuseppe Ves.no - Ottaviano)

 

Cass. 24548/2018. La domanda stragiudiziale ex art. 149 CdA non preclude il giudizio ordinario (Art.148) contro il responsabile civile e la propria compagnia di assicurazione.

E-mail Stampa PDF

Nel giudizio conclusosi con la sentenza in commento il Tribunale aveva rilevato che, se il danneggiato ha optato per la procedura di cui all'art. 149 del d.lgs. n. 209 del 2005 nella fase stragiudiziale, egli «non può convenire che la propria compagnia assicuratrice» nella successiva fase giudiziale. La Corte di Cassazione ha ritenuto, invece, che nell'assicurazione per la responsabilità civile degli autoveicoli, ove il danneggiato abbia inviato la richiesta di risarcimento dei danni alla propria impresa di assicurazione, secondo il modello dell'art. 149 del d.lgs. n. 209 del 2005, e per conoscenza all'impresa di assicurazione dell'altro veicolo coinvolto, e siano decorsi i termini di cui all'art. 145 del medesimo decreto, qualora la fase stragiudiziale non si concluda con un esito positivo, il danneggiato può proporre la domanda giudiziale anche nei confronti dell'impresa assicuratrice dell'altro veicolo coinvolto  (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza del 5 ottobre 2018 n. 24548/18).

Leggi tutto...
 

Abrogazione dell'art. 7 Legge 890/1982: illegittima, ma non sempre, l'emissione della C.A.N. (M.Cuomo)

E-mail Stampa PDF

Con la sentenza in commento il Giudice di Pace ha ritenuto che, a seguito della abrogazione dell'art. 7 della Legge 890/1982 ("Se il piego non viene consegnato personalmente al destinatario dell’atto, l’agente postale dà notizia al destinatario medesimo dell’avvenuta notificazione dell’atto a mezzo di lettera raccomandata"), dal 1 gennaio 2018, l'emissione della CAN è illegittima. Tuttavia, nel caso in esame (notifica avvenuta a mani del portiere o anche nel caso di notifica a mani del vicino), non essendo stato abrogato l'art. 139 c.p.c., (a mente del quale "Il portiere o il vicino deve sottoscrivere una ricevuta, e l'ufficiale giudiziario dà notizia al destinatario dell'avvenuta notificazione dell'atto, a mezzo di lettera raccomandata") per la validità della notifica, la raccomandata informativa andava inoltrata (Giudice di Pace di Nola - Sentenza del 15.09.2018)

Leggi tutto...
 

Cass.21941/2018. Eccezione di incompetenza per territorio: requisiti.

E-mail Stampa PDF

Con la ordinanza che segue la Corte di Cassazione ha indicato in requisiti necessari perchè la eccezione di incompetenza per territorio derogabile sia ammissibile. Invero, ha affermato la Corte, in tema di eccezione di incompetenza per territorio derogabile, allorquando nelle controversie in materia di obbligazioni sia convenuta una persona fisica, la contestazione della sussistenza del foro del giudice adito e la conseguente necessaria indicazione del giudice competente deve essere svolta con riferimento (oltre che ai fori speciali concorrenti, di cui all'art. 20 cod. proc. civ.) ad entrambi i fori generali di cui all'art. 18, cioè sia con riguardo alla residenza sia al domicilio, poiché quest'ultimo ha consistenza di criterio di collegamento autonomo rispetto a quello della residenza. Nel caso di specie, invece, la Compagnia, con riferimento al foro generale delle persone fisiche (art. 18 cpc), ha contestato la sussistenza del foro del Giudice adito solo in relazione alla "residenza" della convenuta, e non anche al "domicilio" della stessa (Cass. Civ. Sez 6  Ordinanza del 10.09.2018, n. 21941)

Leggi tutto...
 

Cass. 21984/2018. Omesso invio delle bozze: nullità della CTU

E-mail Stampa PDF

L'omesso invio da parte del consulente tecnico della bozza di relazione alla parte, in quanto posta a presidio del diritto di difesa, integra un'ipotesi di nullità della consulenza, a carattere relativo e quindi assoggettata al rigoroso limite preclusivo di cui  all'art.157 c.p.c. sicché, come già affermato da questa Corte per il caso della mancata comunicazione alle parti della data di inizio delle operazioni peritali o attinente alla loro partecipazione alla prosecuzione delle operazioni (v. Cass. 24/01/2013, n. 1744), tale nullità resta sanata se non eccepita nella prima istanza o difesa successiva al deposito.  La nullità derivante dal mancato invio della bozza alle parti è suscettibile anche di sanatoria per rinnovazione, potendo il contraddittorio sui risultati dell'indagine essere recuperato dal giudice e ripristinato successivamente al deposito della relazione, in modo da potere comunque, all'esito, esercitare con piena cognizione di causa i poteri attribuiti ai sensi dell'art. 196 c.p.c., cioè a dire valutare la necessità o l'opportunità di assumere chiarimenti dal c.t.u., disporre accertamenti suppletivi o addirittura la rinnovazione delle indagini o la sostituzione del consulente (Cass.Civile  Sez. 6 Ordinenza del 11.09.2018 n. 21984).

Leggi tutto...
 

Cass. 22066/2018. Risarcimento danno biologico: non sempre è necessario l'accertamento strumentale.

E-mail Stampa PDF

Con la ordinanza in commento la Corte di Cassazione ha ribadito il principio secondo il quale iin materia di risarcimento del danno da c.d. micropermanente, l'art. 139, comma 2, del decreto legislativo 7 settembre 2005, n. 209, nel testo modificato dall'art. 32, comma 3 - ter, del decreto-legge 24 gennaio 2012, n. 1, inserito dalla legge di conversione 24 marzo 2012, n. 27, va interpretato nel senso che l'accertamento della sussistenza della lesione temporanea o permanente dell'integrità psico-fisica deve  avvenire con rigorosi ed oggettivi criteri medico-legali; tuttavia l'accertamento clinico strumentale obiettivo non potrà in ogni caso ritenersi l'unico mezzo probatorio che consenta di riconoscere tale lesione a fini risarcitori, a meno che non si tratti di una patologia, difficilmente verificabile sulla base della sola visita del medico legale, che sia suscettibile di riscontro oggettivo soltanto attraverso l'esame clinico strumentale (Cass. Civ. Ordinanza n. 22066 del'11.09.2018)

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 101
Totale Visite Sito : 19769812


Giudice di Pace di Nola

Eventi Formativi

<<  Nov 2018  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
2627282930  

Un brocardo al giorno...

Solutionis vicem delegatio continet.

Inveni nos in Facebook

Facebook Image

Accesso-Registrazione

logo.png