AvvocatiOttaviano.it

Il sito degli avvocati del Mandamento di Ottaviano

  • Aumenta dimensione caratteri
  • Dimensione caratteri predefinita
  • Diminuisci dimensione caratteri
Benvenuto in AvvocatiOttaviano.it


Avvocati ex Mandamento di Ottaviano (Na)

(Terzigno - San Giuseppe Ves.no - Ottaviano)

 

L'autovelox deve essere ben visibile e tarato (M.Cuomo)

E-mail Stampa PDF

Se una qualunque bilancia di un mercato rionale è soggetta a periodica verifica della taratura, a maggior ragione lo deve essere una complessa apparecchiatura, come quella per la verifica della velocità, che svolge un accertamento irrepetibile e fonte di gravi conseguenze per il cittadino proprietario e/o conducente di veicolo (Cass. 9645/2016).  Il Giudice di Pace, nella sentenza in commento, dopo aver  ha ritenuto che le postazioni di controllo sulla rete stradale per il rilevamento della velocità devono essere preventivamente segnalate e ben visibili, ricorrendo all'impiego di cartelli o di dispositivi di segnalazione luminosi, sulla base del principio enunciato dalla Cassazione ha affermato che in mancanza di prova sulla taratura dell'apparecchio utilizzato, l'accertamento non può ritenersi legittimo (Giudice di Pace di Nola- Sentenza 08.04.2016)

Leggi tutto...
 

Cass. 9337/2016. Responsabilità degli insegnanti: prova dell'imprevedibilità dell'evento

E-mail Stampa PDF

In tema di responsabilità civile dei maestri e dei precettori, per superare la presunzione di responsabilità che, ex art. 2048 cod. civ., grava sull'insegnante per il fatto illecito dell'allievo, non è sufficiente la sola dimostrazione di non essere stato in grado di spiegare un in­tervento correttivo o repressivo, dopo l'inizio della serie causale sfo­ciante nella produzione del danno, ma è necessario anche dimostra­re di aver adottato, in via preventiva, tutte le misure disciplinari o organizzative idonee ad evitare il sorgere di una situazione di peri­colo favorevole al determinarsi di detta serie causale. Tali misure vanno, peraltro, commisurate all'età ed al grado di ma­turazione raggiunto dagli allievi in relazione alle circostanze del caso concreto, essendo dei tutto evidente che la sorveglianza dei minori dovrà essere tanto più efficace e continuativa in quanto si tratti di fanciulli in tenera età (Corte di Cassazione, sez. I Civile, sentenza 9 maggio 2016, n. 9337).

Leggi tutto...
 

Cass. 9645/2016. Le apparecchiature che misurano la velocità devono essere tarate.

E-mail Stampa PDF

Adeguandosi alla sentenza della Corte Costituzionale n. 113 del 29 aprile/18 giugno 2015 che ha dichiarato " l'illegittimità costituzionale dell'art. 45, co. 6 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n. 285 (Nuovo codice della strada), nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate nell'accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a verifiche periodiche di funzionalità e di taratura", la Corte di Cassazione, nella sentenza in esame ha ritenuto che, deve ritenersi affermato il principio che tutte le apparecchiature di misurazione della velocità (che è elemento valutabile e misurabile) devono essere periodicamente tarate e verificate nel loro corretto funzionamento, che non può essere dimostrato o attestato con altri mezzi quali le certificazioni di omologazione e conformità (Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza  11 maggio 2016, n. 9645).

Leggi tutto...
 

Cass. 7826/2016. La notifica si perfeziona, per il notificante, con la consegna dell'atto all'ufficiale giudiziario.

E-mail Stampa PDF

La notifica di un atto processuale si intende perfezionata, per il notificante, al momento della consegna del medesimo all'ufficiale giudiziario. La tempestività della notificazione esige che la consegna della copia dell'atto per la notifica venga effettuata nel termine perentorio assegnato dalla legge o dal giudice e che l'eventuale tardività della notifica possa essere addebitata esclusivamente a errori o all'inerzia dell'ufficiale giudiziario o dei suoi ausiliari, e non a responsabilità del notificante; pertanto, in tale eventualità, la data di ricezione dell'atto da parte del destinatario non rileva al fine di escludere la tempestività dell'adempimento, ma soltanto, in caso di mancato compimento del procedimento notificatorio, al fine di richiederne la rinnovazione, provvedendovi con sollecita diligenza, da valutarsi secondo un principio di ragionevolezza (Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, sentenza 20 aprile 2016, n. 7826)

Leggi tutto...
 

Cass. 7105/2016. Il disconoscimento di documento prodotto in copia deve essere motivato.

E-mail Stampa PDF

Mentre la Corte d'Appello aveva ritenuto efficace la formula  "impugna la fotocopia del libretto di circolazione attestante la legittimazione attiva", la Cassazione, con la sentenza che segue, ha ribadito il principio secondo cui la contestazione della conformità all’originale di un documento prodotto in copia non può avvenire con clausole di stile e generiche (quali, ad esempio, "impugno e contesto" ovvero "contesto tutta la documentazione perché inammissibile ed irrilevante"), ma va operata - a pena di inefficacia - in modo chiaro e circostanziato, attraverso l’indicazione specifica sia del documento che si intende contestare, sia degli aspetti per i quali si assume differisca dall’originale (Corte di Cassazione, sez. III Civile, sentenza 12 aprile 2016, n. 7105).

Leggi tutto...
 


Pagina 1 di 87
Totale Visite Sito : 8151394


Giudice di Pace di Nola

Eventi Formativi

<<  Mag 2016  >>
 Lu  Ma  Me  Gi  Ve  Sa  Do 
        1
  2  3  4  5  6  7  8
  9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031     

Un brocardo al giorno...

Favor creditoris.

Inveni nos in Facebook

Facebook Image

Accesso-Registrazione

logo.png